Tito Rabat ha chiuso in ultima posizione la sua prima gara in MotoGP. Ma era chiaramente una gara di apprendistato.

Dopo un inverno di test e di lavoro duro Tito Rabat, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS, ha affrontato il suo debutto stagionale con grande motivazione.

Il pilota spagnolo ed esordiente nella classe regina del MotoGP interpreta una gara costante e, pur terminandola ultimo con solo punto in classifica mondiale, formativa. Nonostante questo il pilota di Barcellona è protagonista della bella sfida in coda al gruppo con i due portacolori del team Aprilia Gresini, Stefan Bradl e Alvaro Bautista; prova a superarli ma si accorge presto di non avere il loro passo. Termina 15esimo e accresce la sua esperienza con la RC213V in vista del prossimo GP.

Non è stata una gara facile, finire così non mi dà una grande motivazione per la stagione", commenta Tito Rabat. "Devo dire grazie al mio team per il lavoro che hanno fatto in questi giorni dandomi la possibilità di prendere maggior confidenza con la moto. La distanza con gli altri è più grande di quanto avevamo prospettato ma fa parte del processo di apprendimento nella classe regina. Abbiamo raccolto molte informazioni per essere più veloce e so che sarà dura. Sono qui per imparare e non ho dubbi ci riuscirò”.