Per il terzo anno consecutivo la MotoGP affronta il circuito argentino di Termas de Rìo Hondo, il primo dei due appuntamenti oltreoceano che vedranno team e piloti spostarsi successivamente in Texas. Sarà un banco prova importante per la nuova Aprilia RS-GP che nella sua giovane carriera ha affrontato fino ad ora test e gara nel solo circuito di Losail. L'Aprilia Racing Team Gresini si presenta alla seconda tappa stagionale con le grandi motivazioni del debutto di Losail che ha visto i piloti Bautista e Bradl migliorare costantemente il feeling con la nuova moto. Per Alvaro in gara sono anche arrivati i primi punti iridati, risultato ottenuto grazie ad un' ottima gestione del ritmo di gara. Dalle parole di tutti i protagonisti del progetto emergono con chiarezza gli obiettivi di queste prime gare: girare con costanza per conoscere la nuova moto e ottenere il massimo possibile in gara. Ne sono convinti anche Romano Albesiano, responsabile reparto corse Aprilia e Fausto Gresini, team manager. Per loro, il secondo appuntamento della stagione 2016 servirà ad aumentare l' esperienza e fare passi avanti sulla nuova moto.  “Arriviamo alla seconda gara stagionale pronti ad una nuova sfida come in Qatar, perché con la nuova moto non abbiamo mai girato su un circuito diverso", spiega Alvaro Bautista. "Anche gli obiettivi rimangono sostanzialmente gli stessi: fare quanti più giri possibile, finire la gara e portare a casa punti. Dopo aver avuto conferma della buona base a nostra disposizione, in Argentina inizieremo anche ad approfondire il lavoro sulla ciclistica. Il circuito mi piace, serve tanta trazione ma anche un buon motore perché c'è un bel rettilineo. Visto come abbiamo iniziato la stagione sono ottimista, sia io che la squadra siamo pronti a dare il 100%”. “La moto migliora giro dopo giro, proprio per questo aspetto con ansia ogni nuovo weekend di gara", aggiunge Stefan Bradl. "Spero di poter fare bene in Argentina, il circuito mi piace, ha un layout differente dal solito. Non presenta difficoltà particolari ma sarà comunque un banco prova importante per noi. Ci attendono due settimane importanti con la gara di Termas e quella in Texas, sono convinto del nostro potenziale come dimostrato dal risultato di Alvaro in Qatar. Dobbiamo fare chilometri e puntare stabilmente alla zona punti”.