Danilo Petrucci è partito per la Francia, verso il Circuito di Le Mans. Il pilota Ducati Octo Pramac Yakhnich prenderà parte al quinto GP della stagione in terra transalpina dopo tre mesi passati a casa, durante i quali è stato Michele Pirro a sostituirlo. Ora Petrucci sembra essersi definitivamente ripreso dal duplice infortunio di inizio campionato: tutto è cominciato nei test ufficiali di Phillip Island, i secondi della pre-season, quando un dritto gli ha causato una frattura alla mano destra con la rottura del secondo, terzo e quarto metacarpo. Un brutto colpo per Petrucci che nei giorni seguenti è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per ricostruire le fratture scomposte grazie ad una placca e dodici viti tra le ossa. Tornato in sella in Qatar, ha preso parte però solo alle prime libere del GP a Losail. La mano infortunata e sollecitata dai continui movimenti della guida ha subito ancora una danno con lo spostamento di un segmento osseo del terzo metacarpo. A quel punto Petrucci ha optato per il recupero completo lasciando la sua GP14.2 a Pirro. “Mi sono allenato tanto in queste ultime settimane”, ha annunciato Petrucci dopo le ultime lastre alla mano destra.Questa volta ho fatto le cose con più calma, aspettando che il corpo mi desse l'autorizzazione per allenarmi. Sono contento di rientrare e soprattutto mi sento bene. "Naturalmente c'è da verificare quale sarà il primo impatto con la pista dato che l'allenamento a casa, per quanto intenso, non può essere certo paragonato ad un week end di gara. Ma sono molto fiducioso", continua 'Petrux'. "Voglio ringraziare tutte le persone che mi sono state vicine, Il mio preparatore Marco Baglioni poi Tommaso, Filippo, e mio fratello Francesco che si sono allenati con me dandomi una grande carica. Un ringraziamento anche a Medical Frem di Terni che mi ha messo a disposizione tutti gli strumenti per la fisioterapia e ovviamente al dottor Tarallo, dell'equipe del professor Catani, che mi ha operato. Poi tutti i miei tifosi che ogni giorno mi hanno fatto sentire il loro calore”, conclude Petrucci. “Non vedo l'ora di essere a Le Mans e spero di poter al più presto regalare a tutti tante soddisfazioni”.