Era atteso in queste ore ed è arrivato: Andrea Dovizioso ha firmato un contratto che lo legherà ancora a Ducati. Più precisamente, le parti si sono accordate per correre insieme anche la stagione 2017 e 2018. Andrea, quindi, farà da compagno di squadra di Jorge Lorenzo, pronto a iniziare la sua nuova avventura da dopo il GP di Valencia. “Sono molto soddisfatto di aver raggiunto questo accordo con Ducati e di poter proseguire con loro l’avventura iniziata nel 2013 – ha dichiarato il “Dovi” - in questi anni abbiamo lavorato con grande impegno e siamo riusciti a portare la Desmosedici GP ad un ottimo livello di competitività, e quindi sono convinto che presto otterremo tutte le soddisfazioni che ci meritiamo”.

SCELTA RAGIONATA - La scelta di Ducati, evidentemente, è stata piuttosto “ragionata”: a Borgo Panigale hanno scelto il pilota meno irruento (ma non per questo il più veloce) e quello più adatto, probabilmente, a convivere con un carattere determinato come quello di Jorge Lorenzo. “Non è mai facile prendere una decisione come questa, soprattutto quando si hanno in squadra due ottimi piloti come i nostri Andrea – ha spiegato Dall’Igna - siamo molto contenti che Dovizioso abbia accettato di rimanere con noi per i prossimi due anni, e insieme a lui potremo continuare il proficuo lavoro iniziato quattro anni fa per ottenere gli obiettivi ambiziosi che ci siamo posti. Ci dispiace per Andrea Iannone, che alla fine della stagione non sarà più con noi. Andrea ha svolto un lavoro importante in questi anni ed ha contributo in modo significativo allo sviluppo della Ducati Desmosedici GP. Per questo desideriamo ringraziarlo e ci impegneremo al massimo con lui, nelle prossime gare del Campionato, per ottenere i risultati importanti che sono sicuramente alla sua portata.”

AVVENTURA SUZUKI? - Nella comunicazione ufficiale ci sono anche le parole di Iannone, che a questo punto è libero di chiudere la trattativa con la Suzuki. Andrà a prendere il posto di Vinales, che al 90% si accaserà in Yamaha come compagno di squadra di Rossi. “Ovviamente sono dispiaciuto che il mio percorso con Ducati finisca al termine di questa stagione, ma sono grato all’azienda bolognese per l’opportunità che mi ha dato in questi anni – rivela Iannone - ho esordito in MotoGP con Ducati e insieme a loro sono cresciuto riuscendo ad ottenere delle prestazioni sempre migliori. Nelle prossime gare darò il massimo, come sempre, perché sono convinto che grazie alla competitività della Desmosedici GP potremo ottenere dei grandi risultati.”