Il Gran Premio d’Italia si è concluso con un prezioso ottavo posto per Danilo Petrucci.

Dopo una partenza difficile per un contatto con Pol Espargarò che lo ha costretto a perdere tre posizioni, Petrux ha iniziato a girare a buon ritmo e si è portato presto alla caccia di Bradley Smith. Da metà gara il passo di 'Petrux' è migliorato e lo ha portato in scia al pilota inglese. Quando Smith ha sorpassato Aleix Espargarò anche Petrucci si è portato davanti allo spagnolo, siglando il suo miglior tempo in 1’48.428, ma  a tre giri dalla fine, vedendo che il distacco da Smith era ancora superiore al mezzo secondo, il pilota del team Pramac ha puntato a salvaguardare l'ottavo posto. 

"E’ stata una gara positiva. Con la squadra abbiamo fatto un grandissimo lavoro mettendomi sempre a disposizione la miglior moto e azzeccando tutte le scelte", ha detto Danilo Petrucci. "Ho faticato i primi 4-5 giri poi ho cominciato a spingere riprendendo Smith. Ce l’ho messa veramente tutta facendo il mio miglior tempo a quattro giri dalla fine. Sono molto contento di come va la moto e di come è competitiva. Mi dispiace non essere stato il miglior Indipendent, Bradley mi ha fregato sabato e anche in gara per pochissimo ma sono comunque contento. Guardo a Barcellona positivo: mi prenderò la rivincita", conclude Petrucci.