Loris Baz non ha ancora recuperato dall'infortunio al piede destro rimediato al Mugello: dopo aver saltato Barcellona, il pilota del team Avintia Racing non sarà presente nemmeno al GP d’Olanda in programma dal 24 giugno. A sostituirlo, come già a Montmelò, sarà Michele Pirro, collaudatore e terzo pilota Ducati ufficiale, che per la seconda vlta tornerà in sella alla GP14.2.

La defezione di Baz è stata confermata dal medico specialista Finn Mahler di Ginevra; la condizione ottimale è ancora distante e non è stato possibile rimuovere la placca metallica nel piede che dovrebbe aiutare il saldarsi delle fratture multiple. 

Sono deluso, correre ad Assen era il mio obiettivo dopo l’incidente ma sin dall’inizio i medici mi avevano detto che sarebbe stato difficile", commenta Loris Baz senza nascondere il disappunto. "Mi dispiace molto, amo il tracciato olandese e ho bei ricordi di quella pista dalla mia esperienza in Superbike. Meglio guarire completamente ed essere pronto per il GP di Germania. Voglio augurare buona fortuna ad Hector (Barbera, suo compagno di scuderia Avintia, ndr) e so che Pirro farà bene”.

“Mi dispiace, ma l’infortunio al piede non permette a Baz di essere in pista. Cercherò di fare del mio meglio alla seconda prova con i colori Avintia", promette Michele Pirro. "Nelle qualifiche a Barcellona avevo trovato un buon bilanciamento ma in gara ho accusato parecchie difficoltà dovute soprattutto all’usura della gomma posteriore. Ho fatto più fatica del previsto, però sono convinto che ad Assen la situazione possa essere un po’ meglio. Spero di poter aiutare la scuderia a lottare per un ingresso nelle migliori dodici posizioni. Mi sto riabituando pian piano alla moto di due anni fa”.

Come wild card e come sostituto di altri piloti, Pirro ha già partecipato a cinque GP su sette in sella alla GP15 Octo Pramac, alla DesmosediciGP del team ufficiale e alla GP14.2 di Avintia. “Ora, eccetto il Qatar e Le Mans, ho preso parte a quasi tutte le gare dell’anno con tre moto diverse. Ma sono contento perché fa comunque parte del mio lavoro per Ducati. In questo momento mi metto a disposizione di Avintia che aveva bisogno di un pilota, li ringrazio”.