E’ stato bravo a sfruttare al meglio il suo (grande) potenziale e la scia di Marquez sia nelle fasi iniziali delle qualifiche sia nei minuti decisivi, dando il massimo in sella alla Ducati satellite “datata” 2014. Hector Barbera è la vera sorpresa della due giorni di prove al Sachsenring e ora ci sarà da capire se ha tutte le carte in regola per correre, domani, una gara al top. 

“Su questa pista, priva di chicane lente, la nostra moto si trova bene ed è più facile da guidare e il pilota riesce a fare una grande differenza - spiega Hector a fine giornata - sono contento perché è il mio miglior risultato in griglia ma ora dobbiamo pensare al set-up ottimale per domani. C’è rischio pioggia e io sono pronto ad affrontare qualsiasi situazione. L’importante sarà partire bene e sono fiducioso anche per il passo gara, visto che con le gomme usate ho tenuto un buon ritmo. Cosa mi è mancato finora in carriera? Una moto veloce”. 

LA GRIGLIA DI PARTENZA

LA CLASSIFICA DI CAMPIONATO

IL CALENDARIO