"Dopo il warm up era chiaro che non sarei stato in grado di lottare con i migliori, ma almeno in gara è andata meglio": così dice Jorge Lorenzo, che conclude  la prova di metà campionato sulla pista del Sachsenring al quindicesimo posto.

Il campione del mondo in carica della classe regina sin dalle libere è sembrato attardato rispetto ai migliori e sia in condizioni di asciutto che soprattutto da bagnato non è stato in grado di difendere la sua seconda piazza iridata, comunque mantenuta a causa della prestazione non brillante del rivale di scuderia Valentino Rossi, ottavo. Scattato dall’undicesima piazza in griglia di partenza e in una gara segnata dal mutare di condizioni, iniziata bagnata e conclusa quasi sotto il sole, alla fine Lorenzo ha tagliato il traguardo in fondo al gruppo.

"Quando la pista ha iniziato ad asciugarsi ho cominciato a perdere posizioni perché non mi sentivo sicuro e avevo poco fiducia nella gomma davanti sia in frenata che in curva", ha aggiunto Lorenzo. "Quindi ho cambiato la moto quando il team me lo ha indicato. Forse un po' troppo tardi, magari con una migliore strategia potevo finire più avanti”.