In condizioni di asciutto ero veloce, come ho detto a tutti, il quarto più veloce e avevo ragione": esordisce così Cal Crutchlow subito dopo il GP di Germania.

Partito dalla tredicesima posizione, Cal Crutchlow si è piazzato secondo sotto la bandiera a scacchi della nona gara stagionale. Il pilota LCR Honda è stato protagonista di una bella prova al GP di Germania e, dopo oltre un anno, ha raggiunto di nuovo il podio. Era il GP di Argentina del 2015 quando il britannico si era piazzato terzo. In condizioni ancora di bagnato Crutchlow aggancia il gruppo di testa, si ferma ai box con gli altri piloti di vertice ma monta due gomme slick e indovina la scelta, finendo la sua rincorsa con il secondo posto. Un  grande risultato per lui dopo una prima parte di stagione segnata dalle cadute. L’ultima volta che il pilota dell’isola di Man arrivò in piazza d’onore era il 2013 proprio sulla pista sassone.

"Ho iniziato dalla tredicesima piazza ma sapevo che la gara era lunga e così ho scelto lo pneumatico da pioggia anteriore duro. Arrivato nelle prime posizioni ho seguito gli altri piloti nell’ingresso ai box, ho raggiunto Dovizioso e Rossi e in quel momento ho pensato di riuscire a fare una bella prova. Il team ha svolto un grande lavoro”, conclude Crutchlow.