“Finalmente ci siamo misurati con i nostri avversari ed è stata una grande sensazione", dice Pit Beirer, direttore Motorsport di KTM dopo la due giorni di test della classe regina al Red Bull Ring. In qeusta occasione, infatti, la Casa Orange ha fatto il suo debutto con i futuri rivali della MotoGP.

Un buon inizio per le RC 16, condotte sulla veloce pista della Stiria da Tom Luthi e Mika Kallio, il pilota finlandese che parteciperà come wild card al GP di fine anno a Valencia con la moto di Mattighofen. I prototipi argento - arancioni hanno occupato la bassa classifica della tabella tempi ma la distanza dagli avversari della prossima stagione non è molta e il tempo per crescere ancora tanto.

"In linea di principio però il nostro obiettivo è stato continuare a migliorare secondo i nostri standard e tutto sta andando secondo i piani", aggiunge Beirer. Naturalmente siamo un po’ più lenti rispetto agli altri piloti ma la differenza non è grandissima e possiamo essere speranzosi, dobbiamo migliorare.

"Inoltre, il fatto che abbiamo già concluso l’accordo con i nostri futuri piloti ufficiali, Bradley Smith e Pol Espargaro mi fa sentire molto fiducioso”, conclude Beirer.

Adesso, infatti, per KTM ci saranno ulteriori test prima che Kallio partecipi alla gara di fine stagione al Ricardo Tormo.

“Credo che la nostra prestazione parli di un miglioramento e abbiamo fatto un grande lavoro nel corso della due giorni di prove al Red Bull Ring", dice Mika Kallio, collaudatore MotoGP. "Non abbiamo avuto alcun problema tecnico e credo che questo ci abbia permesso di lavorare con continuità. Passo dopo passo abbiamo messo a referto alcuni giri veloci significativi. Questa volta la nostra attenzione è stata posta sul set up e meno sullo sviluppo il che ha reso più facile concentrarmi sulla prestazione”.

Con il pilota finlandese in pista è sceso anche Tom Luthi, pilota della categoria intermedia.  “Rispetto ai test al Mugello ho lavorato molto di più sulla moto, sono molto contento della prestazione", ha detto. "Abbiamo fatto dei miglioramenti per quanto riguarda la forcella e con le gomme, tema naturalmente molto importante”.

Il progetto di KTM nella classe regina sarà presentato in occasione del Gran Premio di casa a metà agosto ma, prima ci saranno due test sulla pista di Misano e in Spagna.