Alla fine ha chiuso in testa un turno da “rodeo”, durante il quale ha rischiato di andare a gambe all’aria con la sua Honda per una perdita di aderenza sull’anteriore. Con una manovra “delle sue”, una di quelle che l’ha reso famoso per i suoi recuperi al limite della fisica, Marc Marquez l’ha tenuta su con un colpo di gomito e ginocchio, tornando soddisfatto ai box sia per il salvataggio sia per il primo posto in classifica.

Un risultato, però, che non lo lascia tranquillo. Marc sa che tra lui e la vittoria ci saranno la consistenza delle due Yamaha di Lorenzo e Rossi e l’entusiasmo di Iannone con la Ducati. “Non è stata una giornata facile – ha detto Marc a Sky riferendosi al salvataggio in extremis – oggi pomeriggio abbiamo provato un nuovo particolare che si è rivelato positivo e grazie alla gomma nuova siamo riusciti a fare un bel giro. Dobbiamo lavorare ancora molto, le Yamaha qui sono forti e anche la Ducati, soprattutto con Iannone. Non sarà facile…”