Nella giornata di test MotoGP a Brno ieri, Yamaha l'ha fatta da padrona: Jorge Lorenzo ha siglato il miglior crono, con Valentino Rossi immediatamente alle sue spalle.

L’importante novità dei test è stata l’introduzione da parte di Magneti Marelli dei nuovi aggiornamenti al software unico che da inizio stagione ha livellato l’elettronica della classe regina. Il box Yamaha ha focalizzato l’attenzione sulla valutazione di un nuovo telaio e di un nuovo forcellone lavorando anche su alcune nuove mescole Michelin già concepite per la stagione 2017.

“All’inizio della giornata è stato molto complicato perché la pista era asciutta ma l’asfalto era molto sporco”, dice Valentino Rossi.

“I tempi sul giro sono stati abbastanza alti, con più piloti in pista il tracciato si è pulito e alla fine è stata una buona giornata. Personalmente ho lavorato tanto e provato diverse cose, in particolare il telaio e il forcellone, mi piacciono. Ora dobbiamo capire quando possiamo iniziare ad utilizzarlo, in generale è stato un test positivo e ho mantenuto sempre un buon passo.

"Abbiamo provato delle nuove gomme anteriori Michelin, mi sono trovato molto bene ma purtroppo saranno in uso per l’anno prossimo. Infine ci siamo dedicati a qualche piccola novità sul software”, conclude Valentino Rossi, che nella giornata di lunedì ha completato 60 giri del tracciato della Repubblica Ceca.