Il portacolori del Ducati Team è il più veloce davanti a Viñales su Suzuki Ecstar e a Cal Crutchlow su Honda. Un'altra prova di maiuscola per il pilota di Vasto che si conferma il più veloce della massima cilindrata su una DesmosediciGP ormai moto da inseguire.

Il pomeriggio ha visto le condizioni meteo stabili dopo la costante minaccia della pioggia che è arrivata a fine mattinata. La temperatura è venti gradi e quando i protagonisti della massima cilindrata escono l’asfalto è asciutto.

Il primo tempo di riferimento è proprio quello di Iannone. Il pilota Ducati ha chiuso la FP1 al settimo posto con il miglior crono di 2:02.312s. Sarà il protagonista del pomeriggio nonostante la concorrenza agguerrita. Secondo temporaneo è Dani Pedrosa e terzo Viñales. Il numero 25 è stato il migliore della FP1. Marc Marquez, leader iridato portacolori HRC è sesto mentre Valentino Rossi è ottavo quando mancano trenta minuti alla fine.

Valentino, al nono posto quando mancano sette minuti alla fine delle prove, tenta di studiare le gomme e compie qualche giro con la doppia mescola morbida. Rossi precede Cal Crutchlow, al decimo posto. Ma il pilota inglese è protagonista di un giro al limite e strappa il primato temporaneo delle libere, 2:02.046s migliorato a 2:01.917s, il tempo del pilota LCR Honda.

Alla fine Iannone prova a lanciarsi all’assalto del primato del venerdì e mette a referto il miglior tempo, 2:01.421s per The Maniac che fa suo il venerdì inglese confermandosi ancora il più veloce della classe e relativamente della stagione se si guardano le libere e le qualifiche.

Tutti i tempi del venerdì di libere della MotoGP qui.