“Sono molto dispiaciuto perché stavo facendo una gara bellissima e avevamo sicuramente la possibilità di finire sul podio”, così Andrea Iannone commenta il GP d’Inghilterra, che lo ha visto impegnato nella bagarre di testa fino alla sciovolata nel quattordicesimo giro.

Il portacolori del Ducati Team scattava dall’ottava posizione in griglia di partenza e grazie alle gomme morbide ha provato la rimonta fino alla seconda posizione. Dopo aver lottato con Dani Pedrosa e Marc Marquez ma anche con Cal Crutchlow e Valentino Rossi ha accusato un problema fisico all’avambraccio destro ed è caduto.

Purtroppo verso metà gara ho avuto dei problemi di affaticamento all’avambraccio destro e non sono più riuscito a controllare perfettamente la moto e questo mi ha messo in grande difficoltà”, continua Iannone. “Ho fatto veramente tanta fatica, ma non mi sono voluto fermare, perché per me era difficile accettare una situazione del genere.

“Quando sono arrivato alla curva 17 nel corso del quattordicesimo giro, nel cambio di direzione ero in ritardo, ho preso una buca e quindi sono scivolato perché non avevo più la forza necessaria per poter controllare la moto. Peccato davvero perché oggi avremmo potuto ottenere un risultato molto importante”, conclude Iannone.