"Nel complesso sono soddisfatto di come si è concluso il fine settimana e ho davvero imparato molto in questa mia prima esperienza in MotoGP", così Alex Lowes archivia il suo esordio in MotoGP, avvenuto a Silverstone, dove ha colto il tredicesimo posto, e quindi i suoi primi tre punti iridati.

Il pilota del mondiale Superbike, sulla moto dell’infortunato Bradley Smith, ha iniziato la giornata in modo davvero competitivo sull’asfalto molto umido del warm up. Scattato subito nelle posizioni di vertice nella prima partenza, al secondo riavvio di gara dopo l’incidente al suo compagno di scuderia Pol Espargaro e a Loriz Baz di Avintia Racing, ha completato il primo giro al diciassettesimo posto risalendo fino alla quarta posizione. Una volta raggiunta la tredicesima piazza ha provato ad insidiare Eugene Laverty,ma senza riuscire a sorpassarlo.

"Per quanto riguarda la gara è stata la prima volta che ho guidato con il serbatoio pieno di carburante e anche la prima volta che ho percorso più di sei giri di seguito. Ho commesso qualche errore ma successivamente ho tentato di scoprire cosa sbagliavo e ho migliorato la mia guida.

"Ho visto gli altri piloti e ho imparato anche da loro. Alla fine ho preso 40 secondi dal vincitore e 20 da Jorge Lorenzo, è positivo ma l’obbiettivo principale era tagliare il traguardo e fare punti, e ci sono riuscito. Sento che avrei potuto guidare meglio, ma forse sono un po' troppo duro con me stesso. In più, non sapevo cosa aspettarmi. Ora ho un paio di giorni per metabolizzare tutto per essere più forte a San Marino. Voglio ringraziare tanto tutto il team Tech3 che ha fatto un ottimo lavoro questo week end e sono grato per l'opportunità”, conclude Alex Lowes.

Il rientro di Smith non in programma per il prossimo GP che prenderà il via da venerdì 9 settembre a Misano. Lowes sarà ancora in sella alla M1.