Aveva dimostrato di essere tra i più veloci sin dalle prime prove libere. La Suzuki, anche grazie alle prestazioni del suo compagno di squadra Espargaro, ha rivelato un ottimo “feeling” con Motegi e lui ne ha approfittato.
Complici anche le cadute di Lorenzo e Rossi, Maverick Vinales è tornato sul podio, festeggiando un terzo gradino importante per lui e per la Casa di Hamamatsu. Ma non è stata una gara facile, come lui stesso ammette ai microfoni di Sky. 

“Quando parti settimo devi spingere forte all’inizio per recuperare posizioni ma poi controllare lo stato delle gomme. Sono stato bravo a gestirle fino a metà gara e poi, nella seconda parte, ho fatto la differenza. A sei giri dal temine ho ripreso Aleix ma è stato molto difficile superarlo perché lui frena molto forte. E’ un podio importante per me e per il team. Ora aspettiamo Phillip Island, che è la mia pista preferita. Marquez? Ha fatto solo uno “zero” quest’anno, il suo è stato un mondiale intelligente”.