“Le condizioni della pista erano veramente proibitive oggi. Sfortunatamente il clima è stato avverso e la pioggia e il freddo sono stati protagonisti". Sono queste le prime parole di Valentino Rossi che alla fine del venerdì si ritrova in ventesima posizione, ultimo dietro al rivale di box Jorge Lorenzo."Non abbiamo potuto lavorare per avere migliori sensazioni e dovremo aspettare domani”.

Ma la classifica non spiega bene quanto è stato vissuto dal pesarese nel primo giorno a Phillip Island. Vento e pioggia si sono abbattuti sul circuito di Beach Road e Valentino Rossi ha firmato il secondo tempo poco deistante dal crono da primato dal pilota LCR Honda Cal Crutchlow. Ma in seguito alla prima sessione la pressione non regolamentare della ruota davanti costa a Rossi la cancellazione dei riferimenti cronometrici è ventesimo.

Ad FP2 la pioggia aumenta e Rossi è uno di pochi a provare ad uscire dai box prima che la bandiera rossa e la cancellazione definitiva delle libere ponga fine alla giornata. Nel frattempo il nove volte iridato non è riuscito a migliorarsi su una pista diventata un fiume e la sua prima giornata australiana finisce in basso alla classifica.

"Non abbiamo potuto lavorare per avere migliori sensazioni e dovremo aspettare domani", conclude Rossi.