“E’ stata molto difficile. Sono partito benissimo ma non avevo abbastanza trazione per stare con il gruppo davanti", è il commento di Danilo Petrucci, che ha concluso il GP di Phillip Island in nona posizione.

La gara era iniziata bene ma è stata poi resa difficile da alcuni problemi tecnici. Il portacolori del team Octo Pramac Yackhnich è partito alla grande conquistando la terza posizione prima di dover cedere il passo al gruppo dei piloti ufficiali. Una volta sceso oltre il quinto posto, Petrucci sembrava in grado di insidiare il compagno di squadra Scott Redding, che ha chiuso come settimo, ma ha perso ritmo dopo un contatto con Jack Miller e sul finale è stato sorpassato da Bradley Smith chiudendo in nona posizione.

“E’ stata una bella battaglia con Hayden, Redding e Miller. Alla fine mi stavo preparando per attaccare Scott ma nel penultimo giro Miller mi ha superato in modo molto aggressivo mandandomi largo", racconta Petrucci. "Sono riuscito a superarlo ma il distacco da Scott era ormai troppo grande. Peccato per il sorpasso finale di Smith. Adesso voglio concentrarmi per Sepang”.