"Un fine settimana molto impegnativo, con tanti cambi di condizioni meteo; però durante il warm up abbiamo potuto provare su pista asciutta", così Nicky Hayden inizia il suo racconto del GP d’Australia.

Un ritorno nel box Repsol Honda dove vinse il titolo iridato della classe regina nel 2006. La sua gara però questa volta è finita con una caduta nelle battute conclusive della gara quando era in lotta per la settima posizione. e che ha messo fine ad una prova che poteva essere di grande soddisfazione per il pilota attualmente impegnato nel mondiale Superbike e che sabato ha dominato anche la FP4. Dopo la scivolata, causata da un contatto con Jack Miller, Hayden è risalito in sella e ha tagliato il traguardo  diciassettesimo.

"Ad inizio gara ho fatto un po’ fatica a tenere il ritmo ma mano a mano che passavano i giri mi sono sentito meglio e ho potuto spingere di più", ha commentato Hayden. "Stavo lottando nel gruppo per la settima posizione, credevo di avere le gomme in buono stato e pensavo di poter impormi sugli avversari, però nel contatto con Jack Miller ho avuto la peggio; peccato ma queste sono le corse.

"Ad ogni modo il fine settimana mi è piaciuto, è stato bello tornare in Repsol Honda e gareggiare ancora con questa moto. È stato fantastico e penso di aver fatto anche un buon lavoro, mi sarebbe piaciuto finire con un risultato migliore”, conclude Hayden.