Questo weekend il Motomondiale approderà sul circuito della Malesia per la ventiseiesima volta.

Il primo GP della Malesia è stato organizzato nel 1991 e da quell’anno ha sempre avuto luogo su tre differenti tracciati: Shah Alam, Johor e Sepang.              

Per gli amanti delle statistiche, MotoGP.com ha diffuso una serie di dati interessanti sulla presenza del circus iridato sul tracciato malese.

La prima edizione, quella del 1991 a Shah Alam ha visto vincere John Kocinski, pilota Yamaha. Le cilindrate inferiori invece sono state dominate dagli italiani: Luca Cadalora vinse in 250cc in sella alla Honda e Loris Capirossi in 125cc sempre con la moto di Tokyo.   

Il tracciato di Shah Alam ha ospitato l’evento per sette volte prima che il GP trovasse casa sulla pista di Johor per solo un anno, nel 1998. La prima volta a Sepang è stata nel 1999 in occasione del diciottesimo GP della Malesia.

Honda ha vinto cinque volte sulla pista di Sepang incluse le ultime quattro tre vittorie di Dani Pedrosa e quella di Marc Marquez; prima, nel 2003, la moto dall'ala ha vinto con Rossi.           

Anche Yamaha ha cinque vittorie in MotoGP all’International Circuit. L’ultima di queste con il Valentino Rossi nel 2010. Da quella data i vincitori furono sempre piloti spagnoli.

Ducati ha vinto tre volte al GP di Malesia, l’ultima con Casey Stoner nel 2009. Da questa data il miglior risultato della moto italiana a Sepang è stato nel 2012 con Nicky Hayden arrivato quarto.

Il miglior piazzamento per Suzuki a Sepang in MotoGP è il quinto posto di Alvaro Bautista nel 2010.        

Il pilota più vittorioso all'International Circuit è Valentino Rossi con sei successi, uno in 500cc e cinque in MotoGP; subito dopo viene Dani Pedrosa con cinque, uno in 125cc, uno in 250cc e tre in MotoGP.

Cal Crutchlow compirà trentuno anni sabato 29 ottobre, il giorno delle qualifiche del GP di Malesia.