"Il settimo posto è un buon risultato, arrivato alla fine di un weekend sicuramente positivo. Abbiamo mostrato buone prestazioni in tutte le prove, conquistando anche la mia migliore posizione di partenza con Aprilia", così Alvaro Bautista sintetizza il GP di Sepang, dove è partito dalla nona casella in griglia.

La gara, ritardata di 20 minuti a causa della pesante pioggia caduta sul tracciato malese, ha imposto a piloti e team una dose aggiuntiva di concentrazione. Alvaro Bautista è stato bravo a gestire la sua Aprilia RS-GP nelle prime fasi di gara, nelle quali la mancanza di grip non gli ha permesso di esprimersi come fatto vedere durante le prove. Quattordicesimo al primo passaggio, il pilota spagnolo lha poi sorpassato Bradl Smith e Pol Espargaro, Aleix Espargaro e Jack Miller, installandosi al nono posto. Le cadute dei piloti davanti poi hanno fatto il resto decretato la sua settima posizione finale, un bel risultato che eguaglia quello ottenuto in Giappone due settimane fa a conferma dei progressi realizzati dalla RS-GP nella seconda parte della stagione.

"In gara abbiamo trovato condizioni molto diverse rispetto al resto delle sessioni, c'era molta più acqua quindi il feeling con la moto non era lo stesso", commenta Bautista. "Ho controllato la situazione nei primi giri, stando attento a non commettere errori e cercando di ottenere il massimo possibile. Abbiamo visto molte cadute, la pista non era per niente facile, considerando anche che le sensazioni in sella non erano le migliori possiamo essere soddisfatti del risultato e andare a Valencia per chiudere bene questa stagione”.