Il Galà FIM, che sta diventando sempre più un appuntamento tradizionale, si è svolto quest'anno a Berlino: domenica 27 novembre al Tempodrom, luogo-simbolo della città tedesca vicino a Potsdamer Platz, è andato in scena l’evento che ha riunito i campioni del Motomondiale 2016 ma anche altri 34 piloti iridati nelle varie discipline motoristiche durante la stagione appena trascorsa. E ancora: 11 squadre, sette leggende FIM e tre vincitori speciali.

Il cinque volte campione del mondo della  MotoGP Marc Marquez, in particolare, è stato al centro dell'attenzione. Ha raccolto riconoscimenti e la sua medaglia dopo un'annata vittoriosa nel segno della costanza e della maturità. “Nel 2015 ho fatto qualche errore”, ha detto il talento di Casa Honda. “Ho imparato da questi anche a gestire i problemi che mi hanno accompagnato. Sono circondato da grandi persone e da una grande scuderia e grazie a loro ho vinto anche in una stagione che non era delle migliori. Ora c’è il precampionato 2017, abbiamo ancora tanto da fare e le sensazioni sono buone”.

La famiglia del motociclismo internazionale ha celebrato anche il due volte campione del mondo Moto2 Johann Zarco, diventato il pilota francese più importante di tutti i tempi vincendo per due stagioni di fila il titolo nella classe intermedia. Nel 2017 sarà nella massima cilindrata. “Riconfermarsi come campione è sempre una cosa difficile”, ha dichiarato il pilota di Cannes. “Sono molto motivato per la mia avventura in MotoGP, i test sono andati bene”.

“Una stagione impressionante, memorabile per me e per il mio paese”, ha fatto eco Brad Binder, vincitore della Moto3 con quattro GP d'anticipo. Binder farà il passaggio di categoria nel 2017 con la stessa moto austriaca ma in classe 600cc. “La vittoria a Jerez ha segnato una svolta e per l’anno prossimo ho grande fiducia nella mia avventura in Moto2”, ha detto ancora Binder, che si è presentato con il braccio ingessato dopo il recente infortunio nei test.

Anche se già protagonista del mondiale Moto3,  Lorenzo Dalla Porta è stato premiato per aver vinto il Campionato del Mondo Junior FIM CEV, corso parallelamente alla seconda parte di stagione come portacolori dello Sky Team VR46. Nel 2017 sarà in sella alla Mahindra nella classe leggera.

Alla serata berlinese sono stati premiati anche il campione del mondo della Superbike Jonathan Rea, primo pilota a vincere il titolo due anni consecutivi dopo il 2000 e la leggenda Kenan Sofuoglu che nel 2016 ha conquistato la quinta corona mondiale Supersport.