"Durante i tre giorni ho ridotto in modo significativo la distanza dai tempi più bassi e questa è la cosa importante. Abbiamo lavorato nella direzione corretta", dice Sam Lowes al termine della tre giorni di test ufficiali a Sepang. Il britannico è all'esordio stagionale con la nuova scuderia, il team Aprilia Gresini ed è inoltre uno dei debuttanti nella massima cilindrata: arriva infatti dalla Moto2, dove correva con i colori dello stesso team. Nel 2016 Sam Lowes aveva già avuto modo di provare la RS-GP ma i test di Sepang sono serviti per fargli fare il debutto ufficiale sulla moto di Noale. Un bilancio positivo, anche se la distanza dai migliori tempi non è poca. Lowes ha chiuso al penultimo posto in classifica generale con circa 3 secondi di ritardo dal migliore. Ma le tre giornate sono incoraggianti per il britannico, soprattutto per l’intensa attività ai box.

FEELING - Pochi interventi per lui ma tanti giri messi a referto, per aumentare la confidenza con un pacchetto tecnico  diverso rispetto a quello utilizzato lo scorso anno. Al termine dei tre giorni Sam ha espresso soddisfazione per i progressi mostrati su vari fronti, dalla posizione di guida alla frenata. Una crescita che il cronometro conferma: quasi due secondi di miglioramento fra il primo ed il terzo giorno e sessione conclusa con il miglior giro in 2'01.341. "È tutto nuovo per me e ad ogni giro impero qualche cosa", ha commentato Lowes. "Ho provato anche una simulazione di gara provando a concentrarmi tenendo lo sforzo psicologico che deve avere un pilota della classe regina. Questo test è stato fondamentale per me. Non penso troppo alla mia posizione in classifica generale perché non è quello il mio obiettivo adesso. Abbiamo ancora sei giorni di test che precederanno la prima gara in Qatar, dovrò mantenere lo stesso livello di concentrazione ed essere pronto".