E' stata presentata oggi a Noale la RS-GP 2017, l’Aprilia che in questa stagione parteciperà al mondiale di MotoGP. Nel quartier generale della Casa veneta i protagonisti dell'evento sono stati il team Gresini e i piloti Aleix Espargaro e il debuttante Sam Lowes. Nuova linea per il prototipo che in questo precampionato ha già dimostrato di poter cogliere buoni risultati.

I test in Qatar del 2016 hanno visto il debutto della RS-GP, prima MotoGP sviluppata da Aprilia Racing per competere nella categoria regina del motociclismo mondiale. A dodici mesi di distanza, il progetto tutto italiano è chiamato ad un importante esame: la costante progressione mostrata nella prima stagione, con sedici piazzamenti nelle prime dieci posizioni, è stata ribadita nel corso dei test a Valencia, Jerez, Sepang e Phillip Island.

L'Aprilia RS-GP 2017 si presenta al via della stagione in una nuova livrea tricolore per celebrare un progetto totalmente italiano. La carena è stata disegnata da Aldo Drudi, certamente il designer più famoso del motocilcismo, un ulteriore valore di italianità che Aprilia portera? sulle piste di tutto il mondo.

Roberto Colaninno, presidente e AD del Gruppo Piaggio, grande famiglia al quale Aprila appartiene, ha detto: “Aprilia Racing rappresenta una delle punte di eccellenza tecnologica del Gruppo Piaggio. Le competizioni sono infatti il punto più alto della sperimentazione e dello sviluppo di soluzioni tecnologiche delle quali beneficiano tutti prodotti e tutti i brand del Gruppo. Lo scorso anno abbiamo fatto esordire la nostra RS-GP, la prima MotoGP progettata e costruita interamente qui a Noale, nella seconda metà della scorsa stagione la nuova moto ha messo in mostra progressi netti, entrando con regolarità nella top-ten.

"Quest’anno vogliamo proseguire nel nostro percorso di crescita, insidiare costruttori che sono in questa categoria da decenni e abbiamo tutto per poter centrare questo obiettivo: uomini, tecnologia, esperienza e tanta passione. La storia sportiva di Aprilia racconta di 54 Titoli Mondiali, la maggior parte, ben 28, conquistati da quando Aprilia e? parte del Gruppo Piaggio. Una storia di così grandi successi ci impone di lavorare per essere sempre protagonisti con l’obiettivo di continuare ad affascinare e divertire i giovani che da sempre sono il grande patrimonio di Aprilia”.