“La prima cosa che mi ha colpito è stata l’accelerazione e la decelerazione, ma anche l’uscita di curva e la frenata”: così Sam Lowes commenta le caratteristiche tecniche del prototipo della massima cilindrata. Quest'anno, infatti, Lowes è balzato dalla Moto2 alla classe regina con l'Aprilia del Team Gresini Racing.

“Sto lavorando per cambiare il mio stile di guida, per avere una diversa posizione in percorrenza di curva e per sfruttare al meglio la potenza del motore sulla gomma posteriore. È la cosa sulla quale ci siamo concentrati di più negli ultimi test”, ha dichiarato Sam Lowes a Bikesportnews.com.

“In passato ero ossessionato dal tempo sul giro, ma ho capito che in MotoGP conta tantissimo anche il passo. Per prima cosa, adesso devo capire la moto e scoprire come possa spingere e quanto; sto guidando all’ottanta percento e sto lavorando con molta tranquillità per imparare più cose possibili.

"Se al Mugello a Silverstone saremo veloci, sicuramente la pressione si farà sentire, ma non adesso. Sono rilassato. In passato ho fatto molti errori nel cercare di arrivare al limite e ho capito molte cose. Se le terrò ben in mente, potrò essere veloce”, conclude il britannico.