“Credo che la cosa più difficoltosa sia riuscire a tenere la condizione fisica sulla distanza di un GP”: è questo il pensiero di Sam Lowes alla vigilia del GP del Qatar, il suo primo nella classe regina.

Il modo in cui si compartano le gomme e la moto stessa è molto diverso dalla categoria mediana", aggiunge in pilota del Team Gresini. "Credo che dovremo migliorare ancora un po’, specialmente in curva dove potrei essere più veloce e penso che potremmo guadagnare qualche cosa anche in accelerazione. Ma in generale e senza dubbio abbiamo fatto un grande passo in avanti rispetto alla stagione scorsa”.

UN PASSAGGIO GRADUALE - Sam Lowes è passato dalla Moto2 alla classe regina con lo stesso team, gradualmente. Un vantaggio che pochi esordienti nalla massima cilindrata possono avere.

“Sicuramente diventare campione è una grande emozione, in ogni classe; ma arrivare in MotoGP lo è altrettanto”, dice Sam Lowes. “E non è facile. Inoltre aver avuto la fiducia del mio team e poter correre per una scuderia ufficiale è importante; è la più grande occasione che abbia mai avuto”, conclude Sam Lowes.