"Sono davvero molto felice, per me e per Aprilia. Questo risultato arriva dopo un grande lavoro durante l'inverno, non mi sono risparmiato in nulla a partire dalla condizione fisica e ho affrontato questo progetto con grande motivazione dall'inizio", dice Aleix Espargaro, che ha portato la moto italiana a ridosso della top five dopo aver a lungo battagliato con la Honda di Dani Pedrosa per la quinta piazza, posizione che aveva anche conquistato a tre giri dal termine.

Una performance superlativa perché lo spagnolo di Aprilia Racing Team Gresini, penalizzato dalla partenza in quinta fila, anche a causa delle qualifiche annullate a causa della pista bagnata, ha mostrato un passo gara degno del podio, realizzando il terzo miglior tempo in gara. Si tratta della miglior prestazione per la Aprilia RS-GP, anche in virtù del gap dal vincitore, contenuto in 7 secondi e 6 decimi. Aleix, che non è partito benissimo, ha inanellato giri veloci guadagnando posizioni su posizioni con una rincorsa entusiasmante verso la parte nobile della classifica di gara.

SPETTACOLARE - "La mia RS-GP nella seconda metà di gara è stata spettacolare, avevo molta più trazione rispetto agli avversari e riuscivo a sorpassare con facilità", aggiunge Espargaro. "Sapevamo di poter avere un vantaggio in condizioni di scarso grip, la moto tratta bene le gomme e anche se nei primi giri non potevo essere incisivo come gli altri il mio passo complessivamente è stato davvero buono.

"Peccato per la posizione di partenza, dover recuperare tanti piazamenti ci ha precluso un risultato ancora più sorprendente ma va bene così, siamo partiti con il piede giusto e ora vogliamo continuare”, conclude Espargaro.

“È stata una gara bellissima, siamo felici”, commenta Romano Albesiano. “Analizzando con calma dobbiamo dire che tutta la prestazione nel weekend è stata ottima. Aleix non è partito benissimo ma è stato straordinario tenendo quel passo in gara. Ovviamente non ci accontentiamo”.