“Iniziare con un podio è una grande cosa. I test non sono andati bene e in questo periodo è stata dura. Inoltre il warm-up di oggi non è andato come speravo. Ma le condizioni della gara erano diverse, abbiamo cambiato qualche cosa e sono riuscito ad arrivare terzo", dice Valentino Rossi dopo la gara in Qatar.

Dopo le qualifiche annullate per pioggia e la partenza secondo l'ordine della classifica delle libere, il nove volte campione del mondo ha iniziato la prima gara del suo ventiduesimo anno di competizioni iridate dalla decima casella della griglia di partenza.

Al via il pesarese ha impressionato subito per passo e costanza di crono, recuperando posizioni e arrivando a battagliare per il secondo posto. Ha vinto Maverick Viñales, il giovane compagno di box e dominatore della classe regina fino a questo momento, ma il terzo posto del numero 46 ha un significato enorme, soprattutto perché arrivato dopo aver quasi risolto i principali problemi di inizio 2017.

MEGLIO DI VINALES - "Ho tenuto addirittura il passo di Maverick e fatto anche meglio, è la prima volta che accade", sottolinea Rossi. "Abbiamo modificato un po’ il setting, cosa che mi ha permesso di essere più veloce in entrata curva.

"Credevo anche di riuscire a prendere Dovizioso perché pensavo che alla fine, con la gomma morbida, avesse qualche problema sul posteriore. La cosa positiva è che ho aumentato il mio feeling sull’anteriore ma su questo dobbiamo ancora lavorarci”, conclude Rossi.