"Nonostante il risultato finale, sono felice ed è stato bello prendere la testa della corsa nella mia prima gara di MotoGP", è questo il commento di Johann Zarco, il due volte campione del mondo della Moto2 che ha debuttato molto bene nella prima gara nella categoria regina a Losail.

Allo spegnersi del semaforo il portacolori del team Monster Yamaha è scattato dalla quarta casella dello schieramento e ha allungato sugli avversari. Zarco è stato il leader nei primi sei giri ma, alla curva due, è scivolato vedendo sfumare la speranza di una vittoria che sarebbe passata alla storia, essendo la sua prima in MotoGP.

IL RACCONTO DI ZARCO - "Nella mattina abbiamo avuto un warm up più lungo, dopo la cancellazione delle qualifiche, e il tracciato non era in perfette condizioni, ma il mio feeling con la moto era molto buono. Sulla griglia di partenza ero quarto, molto vicino ai primi. La partenza è stata rimandata due volte e quando finalmente il Gran Premio è iniziato, ero concentrato e ho visto che non ero lontano dai primi, così ho voluto cogliere l'occasione per fare bene.

"So che le mie partenze sono forti, ho superato alcuni buoni piloti alla prima curva e ho avuto un ritmo costante. Ho continuato a spingere, ma al sesto giro ho deciso di rilassarmi, e forse sono un po' uscito dalla traiettoria, e alla seconda curva sono scivolato", spiega Zarco. 

LO SGUARDO AL FUTURO - Il francese è comunque contento del suo debutto.

"È stato un peccato, ma siamo sempre al limite e ho ancora bisogno di capire bene la categoria", commenta Zarco.

"Questo genere di errori fanno parte della mia lezione da debuttante della MotoGP. Sono comunque contento, nonostante il risultato, ma è importante per la mia fiducia e sono entusiasta in vista del secondo appuntamento, in Argentina”.