"Mi dispiace molto per come è andata, sinceramente stavamo facendo una buona gara anche se non guido proprio come vorrei", commenta Andrea Iannone dopo la caduta che lo ha estromesso dal primo GP della stagione, sulla pista del Qatar.

Il pilota del team Suzuki Ecsttar è caduto alla curva 5 dopo aver percorso dieci giri. Per lui, il rammarico di aver gettato alle ortiche una prova che, visto quanto messo in pista, poteva finire nella parte alta della classifica.

"Eravamo comunque veloci e competitivi; abbiamo lottato controllando tutto ed evitando i rischi. Non ho calcolato che Marc (Marquez, ndr) poteva essere più lento in quella curva, l’ho toccato e sono caduto", spiega Andrea Iannone.

"Può succedere ma non deve succedere. Non è facile per noi superare perché soffro tanto in staccata. Ma non è una scusa, ho sbagliato, non devo fare più questi errori e spero sia il primo e l’ultimo di quest’anno”, conclude il pilota di Vasto.