"Dopo i test che abbiamo fatto a Barcellona arrivo ad Assen con più confidenza in sella alla mia moto": ad annunciarlo è Andrea Iannone, al quale, evidentemente, il piazzamento di Montmelò è andato abbastanza stretto: penultimo con soltanto il suo compagno di squadra Guintoli alle sue spalle.

Da venerdì inizierà il TT di Assen e il portacolori Suzuki si aspetta di fare una buona gara dopo le proficue giornate di test catalani. Nel box di Hamamatsu ci sarà anche il ritorno al fianco di Iannone di Alex Rins, fuori due mesi per infortunio. Dal canto suo il pilota di Vasto ci tiene a dare il massimo in un tracciato sulla carta favorevole alle caratteristiche tecniche della sua GSX-RR.

"Abbiamo capito molte cose e acquisito utili informazioni sul piano di lavoro per questo fine settimana. Questo potrebbe consentirci di lavorare e trovare sin dal venerdì di libere la strada da battere", spiega Iannone.

"Il TT di Assen potrebbe essere una buona pista per la nostra moto con pochi punti di decise staccate, curve veloci, tecniche e agili cambi di direzione che potrebbero essere ideali per il nostro prototipo. Spero di tornare a lottare nelle posizioni di testa”, conclude Iannone con ottimismo.