“Ho vissuto una gara come quelle del 2014 o del 2016: purtroppo con queste condizioni meteo variabili non riesco ad essere veloce", è il commento di Jorge Lorenzo dopo aver concluso la gara di Assen in quindicesima posizione.

UN GP DA DIMENTICARE - L'ottavo Gran Premio stagionale è da dimenticare per Jorge Lorenzo che, fin dal venerdì, non è riuscito a trovare buone sensazioni in sella alla sua DesmosediciGP. Il portacolori Ducati Team, ha faticato anche nella giornata del sabato, classificandosi solo 11esimo nella Q1 e per la gara è così scattato dalla settima fila.

Duante il GP, svolto inizialmente su asfalto asciutto, Lorenzo ha recuperato qualche posizione arrivando al dodicesimo posto e, con l'arrivo di qualche goccia di pioggia, ha deciso di passare dal box per cambiare la moto.

"Quando ha iniziato a piovere ho pensato che la situazione sarebbe peggiorata e ho deciso di rientrare per cambiare la moto e rientrare con gli pneumatici rain", spiega Lorenzo. "In realtà la pioggia non è aumentata e così mi sono dovuto accontentare del quindicesimo posto.

"Purtroppo ci manca ancora mezzo secondo al giro per poter stare con il gruppo dei primi, per cui dobbiamo girare pagina al più presto e guardare avanti”, conclude il maiorchino.