Poco, ma piove, sul tracciato di Brno. Asfalto umido, quindi, per il warm-up in vista della gara di oggi. Una sessione tra i cordoli che ha visto i piloti impegnati ad affinare i setup per poter affrontare al meglio ogni possibile scenario meteorologico quando, alle 14.00, scatterà il semaforo verde e inizierà la bagarre.

DUCATI CONVINCENTI - E se da un lato il best-crono della mattinata se lo mette in tasca Marc Marquez durante l’ultimo giro con gomme morbide - 2.07.120 - è stato evidente come il gruppo dei riders Ducati abbia mostrato un’ottima condizione generale, che lascia ben sperare in vista della gara: alle spalle dello spagnolo della Honda , infatti, troviamo Redding e Dovizioso, mentre Lorenzo, per gran parte del warm up in cima, nella zona nobile del tabellone, viene scavallato nel finale (anche) dall’Aprilia di Lowes e termina col 5° tempo davanti a Pedrosa. Folger, Crutchlow, Rossi ed Espargarò (Aleix), chiudono la Top10.

INCOGNITA METEO - Equilibri in pista inediti, quindi - una su tutte, la risalita prepotente di Jorge Lorenzo, probabilmente più a suo agio con la nuova aerodinamica della Ducati - ed una gara che rischia di essere ulteriormente scompigliata dalle bizze del meteo. Da segnalare, infine, durante il warm-up di oggi, la prestazione poco convincente di Vinales (13° tempo), apparso in affanno come anche Zarco, Iannone e Bautista.

I risultati completi del warm up