Durante la conferenza stampa piloti è stato chiesto a Dovizioso, Marquez, Vinales, Crutchlow e Iannone quale fosse il loro approccio agli allenamenti extra Gp, date le numerose polemiche che ci sono state dopo la caduta di Valentino Rossi che ricordiamo è avvenuta durante un allenamento di enduro.
I piloti, tutti d'accordo sono stati chiari ed espliciti su come la pensano.

“Come dico sempre  - dice Andrea Dovizioso - dobbiamo allenarci con sport diversi e moto diverse da quelle che guidiamo in pista in quanto dobbiamo essere in forma. Si corrono rischi, è vero, ma io credo in questo tipo di allenamento, dobbiamo farlo senza correre troppi rischi ma se vogliamo migliorare la nostra situazione dobbiamo spingere è l'unico modo per essere pronti.”

“Sono d'accordo con Andrea – commenta Marquez - odio quando leggo frasi del tipo  'ma perchè guidate le moto'. Certo, ci piacerebbe andare in spiaggia e rilassarci ma dobbiamo guidare le moto per migliorarci, gli infortuni possono accadere ma ti puoi infortunare anche cucinando come è successo a Cal Crutchlow.”

“Ovviamente sono d'accordo con Marc – sentenzia Cal - io non salgo mai in moto fuori dalla gara ma è una mia scelta e capisco perchè loro lo fanno, quindi sarebbe strano se i piloti non guidassero anche in allenamento.”

Dello stesso parere anche Vinales: "E' impossibile mettersi in forma se stai sul divano e non corri, i rischi ci sono sempre quando sali in moto o vai in bici.”

Infine Iannone:” Il nostro sport è pericoloso e anche quando vado in moto a casa corro sempre qualche piccolo rischio ma credo che tutti cerchino di limitarli, ma non sempre ci riusciamo.”