La gara di Phillip Island è stata un banco di prova importante per il campionato con la vittoria di Marc Marquez che ha allungato su Andrea Dovizioso in classifica di ben 33 punti.
Ma è stata anche un'ennesima conferma per il rookie francese Johann Zarco che a suon di sportellate si è fatto valere in una gara difficile e ricca di colpi di scena, la maggior parte dei quali regalati proprio dalla lotta tra lui, Valentino Rossi, Maverick Vinales,  Marc Marquez e Andrea Iannone.

MIGLIOR ROOKIE – Quando mancano ancora due gare alla fine del campionato, Zarco, pilota del team Monster Yamaha Tech 3, ha già vinto una classifica altrettanto importante rispetto a quella del titolo mondiale, qualificandosi al primo posto come miglior rookie, ovvero miglior pilota esordiente della classe regina.
Il quarto posto nella gara australiana è stato infatti un importante risultato raggiunto dal francese nel 2017 che va ad aggiungersi ad un altro quarto posto ottenuto nel Gp di Spagna, ad un secondo posto nel Gp di Le Mans, e alle quattro volte in cui si è piazzato in quinta posizione (Argentina, Austin, Catalunya e Austria).
Questo ha portato il rookie due volte campione del mondo in Moto2 ad occupare la sesta posizione iridata in Motogp e a vincere su Sam Lowes, Alex Rins e il suo compagno di squadra Jonas Folger, ovvero gli altri piloti esordienti in Motogp.

BATTAGLIA ALL'ULTIMA STACCATA -  Quella australiana è stata una gara al cardiopalma con sorpassi aggressivi e azzardati ma che hanno fatto divertire sia i piloti in pista che gli spettatori a casa e tra i protagonisti della bagarre è stato anche Johann Zarco che ha dato il tutto e per tutto fino all'ultimo rettilineo arrivando in volata insieme a Rossi e Vinales che gli ha rubato la terza posizione per un soffio.
Fin da inizio gara ci sono stati numerosi sorpassi, prima tra Zarco e Marquez, poi con Rossi, Vinales e anche Andrea Iannone.
“Peccato per il quarto posto – ha commentato Zarco subito dopo la gara – ma è stato bello, avevo voglia di lottare per la vittoria. Rossi è stato incredibile e in staccata chiudeva le porte, ma io ho provato fino alla fine.
Questa posso dire che è stata una delle gare più belle che ho fatto quest'anno in quanto ho vissuto dei momenti mai provati nella vita. Sono felice della mia gara, in percorrenza ero forte e ringrazio tutto il team perché ha fatto un bel lavoro.”