1 di 2

La prima giornata di prove libere del venerdì di Sepang si apre nel segno della lotta tra Andrea Dovizioso e Marc Marquez, che nelle fp2 hanno risposto colpo su colpo all'avversario a suon di giri veloci.

A spuntarla è però Andrea Dovizioso che con una zampata da tigre della Malesia fa capire a Marquez chi comanda, registrando il crono più basso sia sull'asciutto che sul bagnato.

Le Ducati, come da pronostico oltre a super Dovi, controllano la classifica occupando le posizioni alte sia nelle Fp1 con asfalto semi asciutto che nelle Fp2 su pista full wet.

Qualche problemino per Valentino Rossi che non riesce ad entrare nella classifica dei primi dieci lamentando problemi alla sua Yamaha in alcune traiettorie del circuito, mentre Maverick Vinales riesce a girare meglio di lui.

Flop parziale per l'Honda di Dani Pedrosa e per quella non ufficiale di Cal Crutchlow che vanno bene nelle Fp1 su tracciato semi asciutto, ma che invece sono costretti a raschiare il fondo della classifica sul bagnato.

In ogni caso riescono ad entrare entrambi nelle prime dieci posizioni.

FP1 CON INCOGNITA ASFALTO – Inizia con un po' di sfortuna il primo turno di prove libere della Motogp, con meteo incerto e cielo coperto che rendono la pista umida costringendo i piloti a girare con gomme rain.

Un po' di incertezza iniziale, in molti restano ai box per capire la situazione, ma poi man mano che i 45 minuti a disposizione scorrono, anche l'asfalto si asciuga e i tempi scendono notevolmente.

Tempi che, nonostante il secondo turno, restano gli unici da tenere in considerazione in quanto la pista full wet delle Fp2 non consente miglioramenti al cronometro.

Quando mancano venti minuti alla fine delle Fp1 la pista è quasi del tutto asciutta e i piloti entrano con le gomme slick: il più veloce è Andrea Dovizioso in 2:00.671, lo segue con la Ducati del team Aspar Alvaro Bautista in 2:00.742, terzo è Johann Zarco in 2:00.807.

A stare dietro alla Yamaha Tech3 del francese è quella ufficiale di Maverick Vinales seguito a ruota da Marc Marquez, sesto Cal Crutchlow del team LCR Honda.

Chiudono la classifica dei primi dieci Karel Abraham anche lui Ducati Aspar, Hector Barbera ancora Ducati ma del team Avintia Racing, nono Dani Pedrosa, decimo Jorge Lorenzo.

Valentino Rossi è soltanto dodicesimo.

1 di 2