COLLAUDATORI IMPORTANTI - ”Fantastico Dovi, bravo Jorge, ma non dimentichiamoci dei podi di Danilo Petrucci - spiega Paolo Ciabatti sul palco dell’Auditorium - l’obiettivo è lottare per vincere e per il podio in ogni gara. Non siamo però favoriti: Marc Marquez ha vinto quattro degli ultimi cinque, è favorito d'obbligo, ma abbiamo dimostrato di poter lottare alla pari. Ducati poi ha la fortuna di avere i due migliori collaudatori al mondo, Casey Stoner e Michele Pirro. Stoner scenderà in pista nei test che anticiperanno i test ufficiali, farà i “test dei test team”. Pirro è un pilota da tre wild card da ufficiale, che si è trasformato in collaudatore e campione italiano Superbike" .

EVOLUZIONE CONTINUA - ”Abbiamo vissuto emozioni a non finire, ripetibili l'anno prossimo - spiega Davide Tardozzi - abbiamo due piloti in grado di vincere il mondiale, due grandissimi campioni e due persone stupende che si rispettano e hanno da imparare l'uno dall'altro. L'evoluzione finirà soltanto il giorno prima della prima gara. La moto è simile a quella del 2017 ma con alcune cose nuove". 

TOP FIVE - Ha preso la parola anche il tester ufficiale, Michele Pirro. ”Non è mai facile, ce l'abbiamo messa tutta. Ora è arrivato il momento di confermarci a grandi livelli, visto lo scorso anno come è andata. Io farò la mia parte contribuendo allo sviluppo e mi impegnerò a fare costantemente tra i primi cinque nelle gare in cui correrò. Non è facile, il livello è enorme"