Se nelle libere della mattina, corse un po’ sottotono da molti piloti, è stato lo spagnolo Daniel Pedrosa a conquistare la vetta del tabellone - davanti a Cal Crutchlow e ad Andrea Iannone, staccati di pochissimo - nelle fp2 è Marc Marquez a imporre tra i cordoli un deciso cambio di ritmo, seguito da Crutchlow, ancora secondoe Rabat. Lo spagnolo della Honda conquista così il miglior tempo della giornata.

MATTINA - A condizionare il primo turno di libere sul Termas de Rìo Hondo, un generale atteggiamento di prudenza da parte dei top riders, probabilmente a causa del grip non proprio perfetto trovato in pista. Alla fine è Daniel Predrosa a spremere al meglio i cavalli della sua Honda e a dettare legge tra i cordoli. Suo il best lap nelle fp1 col tempo di 1.40.303. A seguire, un’altra Honda, quella di Crutchlow, staccato di appena 42 millesimi, mentre terzo, sulla griglia virtuale, chiude Andrea Iannone anche lui a meno di un decimo. A inseguire il gruppetto di testa, l’arrembante Zarco, che però accusa uno scarto di oltre 3 decimi, mentre il 5° crono va alla Ducati Pramac di Jack Miller. Alle sue spalle, nell’ordine, Marquez, Rossi e Dovizioso sembrano giocare al gatto col topo, mentre sono Lorenzo e Petrucci a chiudere la prima TOP TEN del week-end.

POMERIGGIO - Il tempo incerto non rovina le fp2, turno di libere interamente dominato da Marc Marquez, che conquista la vetta del tabellone e non la molla più. E' lui il più veloce del day 1 col tempo di 1.33.395. Diversi gli assalti e i capovolgimenti di fronte alle sue spalle. Alla fine la spunta Crutchlow, che replica il risultato delle fp2 e conquista ancora una volta la seconda posizione, seguito da Rabat con la Ducati Reale Avintia Racing. Il primo degli italiani, quarto, è Andrea Iannone con un distacco di oltre un secondo, mentre alle sue spalle si piazza Daniel Pedrosa, autore del miglior tempo nelle fp1. VinalesRossi, Rins, Bautista ed Espargarò, chiudono la Top Ten, mentre in netta difficoltà sono apparse le Ducati di Dovizioso e Lorenzo, finite dritte nelle retovie; come anche Danilo Petrucci che chiude il turno solo in 13° posizione. 

QUI i tempi e le classifiche complete di fp1 e fp2.