Dopo la vittoria del Mugello, qualcosa sembra essersi sbloccata nella “testa” di Jorge Lorenzo. Il primo tempo al termine della giornata di prove di venerdì, a Barcellona, ne è la riprova. Il più veloce delle FP1 di stamattina era stato Valentino Rossi ma nel pomeriggio, lo spagnolo della Ducati ha migliorato il limite di mezzo secondo, chiudendo in testa con 1’38”930. 

TUTTI VICINI - Jorge, che ha appena firmato per la Honda per il biennio 2019-2020, è stato l’unico a scendere sotto il 39, mettendosi alle spalle un altro di quelli che alla fine di questa stagione cambierà casacca. Stiamo parlando di Andrea Iannone °(che passerà da Suzuki a Aprilia) lontano un solo decimo da Lorenzo e bravo a mettersi alle spalle Vinales, Dovizioso, Crutchlow e Petrucci, il quale completa la seconda fila provvisoria.

VALE E MARC INSEGUONO - Settimo uno Johann Zarco protagonista di una scivolata (per fortuna senza conseguenze) e ancora non al livello delle posizioni a cui ci aveva abituato fino a qualche round fa. Seguono Pedrosa (che ieri ha dichiarato di non aver ancora sciolto le riserve sul suo futuro), un ottimo Syahrin con l’altra Yamaha Monster Tech3 e Rabat, che chiude la top ten. Più “cauti”, nel pomeriggio, sono sembrati Valentino Rossi e Marc Marquez, rispettivamente undicesimo e dodicesimo a poco più di un secondo da Lorenzo. Domani mattina capiremo se si è trattato di semplice strategia o di problemi di messa a punto.