Lo scorso anno Andrea Dovizioso aveva lasciato il circuito della Catalogna raggiante per aver conquistato la vittoria. Quest’anno il weekend era iniziato bene, con il sabato di qualifiche chiuso con una bella prima fila, ma Andrea Dovizioso in gara è caduto e torna a casa con uno zero.

Per il pilota del Ducati Team l’errore è avvenuto al nono giro quando, in ingresso alla curva 5, ha perso il davanti ed è finito nella ghiaia. E’ il terzo zero in quattro gare, e ora in classifica iridata è ottavo.

LA CADUTA - “Non volevo perderli, sono arrivato alla curva 5 quattro o cinque chilometri più veloce”, spiega Dovizioso riferendosi a Jorge Lorenzo e a Marc Marquez. “Ero riuscito ad uscire da quella prima bene, più veloce e ho ritardato troppo la frenata. Classico errore da ‘davanti’ Michelin e non puoi forzare troppo sulla ruota davanti. Mi stavo giocando le mie carte. Andiamo a casa con uno zero, questa è la realtà. Ora dobbiamo analizzare i dati, eravamo veloci e nella peggiore delle ipotesi arrivavo terzo anche se con Marc me la sarei potuta giocare”.

Parlando della caduta, Dovizioso fa varie ipotesi. “Ci possono essere varie motivazioni, la Michelin ha le sue caratteristiche e ogni gara ha le sue. Qui ci trovavamo con un grip anomalo, tanto slide in inserimento non potevi metterla tanto di traverso perché non potevi rallentare. Questo aspetto mi ha un po’ penalizzato anche a causa del mio modo di guidare”.

LORENZO VELOCE E PRECISO - Lorenzo a fine anno approderà ainHRC ma oggi è un protagonista in rosso. “Jorge era molto veloce e molto preciso”, ha detto Dovizioso. “Frena da dritto e credo che questo sia stato un lato positivo per lui. Con il suo stile ha sofferto meno il calo delle gomme, il suo modo di guidare andava bene qua. Ha fatto una gara esagerata, dall’inizio alla fine”, conclude. “Siamo veloci, possiamo giocarci le gare ma dobbiamo migliorare i dettagli. La testa rimane sul campionato”.