Il lunedì successivo al GP di Catalogna il team Yamaha ufficiale è tornato in azione sul circuito di Barcellona per una giornata di test ufficiali. Valentino Rossi si è dichiarato entusiasta di impiegare il tempo extra in pista, lavorando sull'assetto gara della moto. Il pesarese nove volte iridato ha segnato il 14 ° tempo della giornata.

Dopo essersi assicurato il terzo posto per la terza volta consecutiva in questa stagione nel GP a Montmelò, Valentino Rossi è tornato in pista motivato a fare un altro passo in avanti. Piuttosto che voler impostare un tempo veloce, ha lavorato sull'accelerazione, provando soluzioni che non era stato in grado di testare durante il weekend di gara e ha anche girato con un nuovo pneumatico per Michelin. Rossi ha completato in totale 58 giri. Il suo miglior tempo in 1'40.124 lo ha piazzato al 13° passaggio, a 1.208 dal miglior tempo di Marquez.

Il lavoro sui dettagli - “Abbiamo avuto alcune novità da testare oggi, per cercare di migliorare l'accelerazione”, ha spiegato Rossi. “Abbiamo lavorato sodo, anche su altri dettagli e abbiamo provato uno pneumatico per Michelin, per il futuro, che mi piace e non è poi così male.

“Purtroppo non siamo riusciti a migliorare le nostre prestazioni e l'accelerazione, ma il terzo posto di domenica ci dà una grande motivazione per le prossime gare”, conclude Rossi.
 

Campionato ancora aperto - “I nostri piloti hanno seguito i loro programmi di test”, ha spiegato il team director Massimo Meregalli. “Maverick (Viñales, ndr) ha lavorato sul set up della sua gara, guidando con un full tank, mentre Valentino ha provato un nuovo pneumatico Michelin e alcune opzioni per migliorare l'accelerazione. Alcune delle cose che abbiamo provato hanno avuto più successo di altre, quindi terremo conto di queste informazioni per il prossimo GP.

"Questo campionato è ancora aperto in termini di piloti, costruttori e classifica di squadra, quindi continueremo a lavorare duramente per preparare il prossimo round ad Assen”, ha concluso Meregalli.