Il GP di Catalogna non era andato come si aspettava, per Franco Morbidelli, che nonostante una caduta è riuscito comunque a ripartire e conquistare due punticini, con la complicità, però, dei molteplici ritiri che hanno visto soltanto 14 piloti arrivare al traguardo.

Decisamente meglio sono andati i test ufficiali svolti l’indomani sempre sulla pista di Montmelò, dove il il pilota Estrella Galicia 0,0 Marc VDS ha lavorato molto sull’assetto con l’obbiettivo di migliorare il grip posteriore e il controllo di quella anteriore, specialmente per abbassare l’effetto impennamento all’uscita di curva. L’alfiere VR46 Academy ha fatto un grande passo in avanti per quanto concerne i tempi, facendo meglio della gara e mettendo a referto 70 giri

UN BUON RITMO - “L’obbiettivo principale della giornata era provare alcune opzioni della messa a punto per migliorare complessivamente la moto”, ha detto Morbidelli. “Ci siamo concentrati sul grip posteriore e sulla messa punto. Il mio ritmo è stato buono e in termini cronometrici ho fatto meglio che in gara”.

Come tutti, Morbidelli ha testato il nuovo pneumatico che Michelin ha progettato per il futuro. La nuova gomma che Michelin ci ha dato per provare e che metterà a disposizione nella prossima stagione mi è sembrata essere buona, ma preferisco quella che usiamo adesso”, ha concluso Morbidelli senza mezzi termini.