Il fine settimana del GP di Catalogna si era chiude con una certa delusione per Andrea Iannone che si però si è parzialmente rifatto l’indomani mettendo a referto il secondo tempo in tabella tempi dei test del lunedì a Montmelò. Per il pilota del team Suzuki Ecstar una giornata molto produttiva cercando di risolvere i problemi di calo della gomma che lo hanno costretto alla resa dopo la bella partenza e la lotta nelle posizioni di vetta.

Il massimo in gara - “Non sono così contento”, aveva detto Iannone a fine gara, dove si è piazzato decimo. “Ho spinto tanto ma non ho potuto ottenere il risultato sperato. Abbiamo migliorato la moto in diverse aree ma abbiamo ancora da tanto da fare. Sono felice ma non posso essere soddisfatto, ho dato il massimo quando le gomme andavano bene”.

Migliorato il feeling - “Sono contento di questa giornata di prove, avevamo da confrontare i due telai nel senso che ne abbiamo avuto uno nuovo dal Mugello, e qui abbiamo confrontato i due diversi”, ha dichiarato Iannone dopo il secondo posto nei test.

“Durante il weekend di gara è sempre molto difficile farlo perché preferiamo rimanere sul telaio standard e concentrarci sulla gara. Ma nel test il programma era di fare paragoni con il telaio, e alla fine penso che abbiamo fatto una buona scelta e fatto un buon lavoro durante il test. Sono davvero molto contento perché ho migliorato il mio feeling con la moto, specialmente con l’anteriore. Suzuki ha sempre un telaio fantastico e un'ottima base, è una delle cose migliori di questa squadra, quindi non era su quale fosse il meglio o il peggio, solo su quale sensazione preferisco.

“I miei obiettivi sono ancora elevati, quindi continueremo a lottare per arrivarci”, conclude Iannone.