Cory Ventura, 16 anni, Jackson Blackmon, 17 anni, Eliton Kawakami, 18 anni, Bruno César, 18 anni, e Keminth Kubo, 19 anni, sono i giovani piloti ‘allievi’ della quinta edizione dell’Academy di Valentino Rossi.

Nella quarta giornata de VR46 Master Camp i cinque talenti scelti dalla Casa di Iwata hanno avuto l’opportunità di incontrare proprio Valentino Rossi.

Una giornata memorabile - La giornata è iniziata con una sessione di cross con Stefano Manzi, pilota della Moto2, mentre nel pomeriggio, dopo alcune classi teoriche, le lezioni si sono spostate al circuito di Misano per una uscita in pista proprio con il Rossi e Lorenzo Baldassarri, portacolori Pons HP40 nella categoria di mezzo. I turni in pista in sella alle YZF-R3 hanno concluso il quarto giorno.

“Sono molto soddisfatto di questa edizione di Master Camp”, ha detto Rossi. “Ho avuto l’opportunità di seguire questi ragazzi e alcuni sono molto veloci. È stato divertente passare il tempo con loro”.

Il VR46 Master Camp - Nelle giornate precedenti le cinque promesse di Yamaha hanno già avuto modo di apprendere da alcuni piloti della Academy. Come Nicolò Bulega che li ha guidati in una sessione di MiniGP sulle YZ85. Nella terza giornata di Camp sono stati ancora i piloti di scuola Valentino a fare da esempio nel Flat Track. Marco Bezzecchi e Andrea Migno hanno accompagnato i cinque ‘studenti’ alla scoperta della disciplina e con loro lo specialista, nonché pluricampione, Marco Belli.

Nel pomeriggio poi spazio alla quattro ruote: Francesco Bagnaia, leader della Moto2 e dal prossimo anno nella classe regina, ha partecipato ad una sessione di go-kart sulla pista del ‘Misanino’.