E’ ufficiale: Franco Morbidelli e Fabio Quartararo condivideranno il box della nuova scuderia satellite di Iwata: il Petronas Yamaha Sepang International Circuit, che dal 2019 punterà ad essere protagonista del mondiale di MotoGP.

La presentazione della squa è avvenuta nel weekend di Silverstone, ed è stato annunciato anche che i due piloti porteranno in pista due tipi diversi di prototipo: la M1 del campione del mondo della Moto2 sarà una moto simile a quella della squadra ufficiale mentre quella del transalpino sarà la Yamaha che il box Movistar sta usando in questa stagione

Petronas, gigante malese dei carburanti, raccoglie l’eredità della scuderia Tech 3 di Hervé Poncharal, passato a KTM. A battezzare la nascita della struttura c’erano Wan Zulkiflee Wan Ariffin, presidente di Petronas, Razlan Razali e Azman Yahya, rispettivamente direttore generale e presidente del Sepang International Circuit, e Syed Saddiq Syed Abdul Rahman, Ministro della gioventù sportiva della Malesia.

Il box - Johan Stigefelt, oggi team manager del SIC in Moto3 sarà Team Director. Wilco Zeelenberg sarà il team manager della scuderia mentre come capotecnico, al fianco di Morbidelli è dato per confermato Ramon Forcada, crew chief di Jorge Lorenzo quando era in Yamaha e attualmente di Maverick Viñales. Secondo alcune fonti, a dirigere il box di Fabio Quartararo, sarà Diego Gubellini, oggi con il numero 21 nel team EG 0,0 Marc VDS.

Yamaha YZR-M1 – Il  prototipo Petronas Yamaha Sepang International Circuit ha un motore da 1000cc raffreddato a liquido, quattro cilindri in linea con albero motore a croce, potenza dichiarata superiore a 240 cavalli, cambio a 6 marce a innesti continui, sospensioni Öhlins, telaio a doppia trave in alluminio, freni Brembo, serbatoio da 22 litri, software Magneti Marelli, gomme Michelin su cerchi da 17’’. Il peso a secco è di 157 kg.