Questo weekend inizia il ‘triplete’, la serie di gare consecutive in Asia, che inizia con il Gran Premio di casa per Yamaha sul circuito di Twin Ring Motegi. Riflettori puntati su Marc Marquez, ovviamente, che potrebbe conquistare matematicamente il titolo, ma anche sullo spagnolo che l’anno prossimo condividerà il box proprio con il leader della classifica iridata: Jorge Lorenzo.

Il portacolori della Ducati si è nuovamente infortunato in Thailandia, durante un brutto highside nel secondo turno di prove libere, e ha rimediato una frattura al posto destro. Che si somma alla frattura al piede procurata in Argentina.

Ma se Lorenzo aveva avuto il benestare dei medici per correre in Thailandia per quanto riguarda la frattura al piede, ora è quella al posto a destare preoccupazioni.

GARA A RISCHIO - “Non ci sono buone notizie”, ha detto il maiorchino ai microfoni di Sky. “Perché la frattura è più grave di quanto immaginassimo. Abbiamo fatto un doppia tac e la frattura non è migliorata, ma nelle prime libere proverò in moto a vedere le mie sensazioni”.

Jorge Lorenzo non è uno che  si tira indietro quando si tratta di scendere in pista: basti pensare a quando arrivò quinto al GP di Assen del 2013 dopo essersi fratturato la clavicola nelle prove libere due giorni prima.

“Il rischio è che forzando nelle staccate la frattura si scomponga ulteriormente e che debba essere necessaria un'operazione. Il problema non è il dolore, già altre volte ho corso con il dolore, ma il peggioramento della frattura", ha detto Lorenzo.