Partenza sottotono a Motegi nella prima giornata di prove libere. Il venerdì giapponese non ha regalato le forti emozioni tipiche della classe regina a causa di una pioggia non proprio prevista, che ha costretto i piloti ai box nel secondo turno di prove libere. Solo alcuni hanno deciso di provare le gomme da bagnato, altri come Miller, Redding e Petrucci, verso la fine del turno, hanno azzardato anche le gomme slick, ma con un asfalto umido i tempi non sono riusciti a scendere.

Il risultato della prima giornata lo porta quindi a casa Andrea Dovizioso che nel primo turno (i tempi da tenere in considerazione sono quelli delle fp1) ha siglato il giro veloce in 1:45.358 mentre è rimasto ai box nelle fp2 quando l'asfalto era bagnato. Stessa strategia anche per Marc Marquez che nella gara di domenica potrebbe addirittura portare a casa il settimo titolo iridato: per lui un quarto posto nelle fp1 mentre nelle fp2 non ha girato.

Anche la Yamaha di Maverick Vinales e Valentino Rossi ha continuato a dare segni positivi piazzando entrambi i suoi piloti nelle prime dieci posizioni. Da segnalare il ritiro, anche per Motegi, di Jorge Lorenzo che sceso in pista per un giro di prova, a causa del dolore al polso e al piede, ha deciso di abdicare e fermare la sua Desmosedici al box.

LA CLASSIFICA – Come già detto i tempi da tenere in considerazione sono quelli delle Fp1 quando l'asfalto era asciutto: Dovizioso con il miglior tempo si porta a casa il primato della giornata, alle sue spalle la Honda del team LCR di Cal Crutchlow in 1:45.463, terzo Johann Zarco del Team Yamaha Monster Tech3 in 1:45.483.

Al quarto posto della classifica si è piazzato Marc Marquez con un tempo di 1:45.498, quinto Maverick Vinales in 1:45.640, sesto Andrea Iannone che con la sua Suzuki ha fatto registrare un tempo di 1:46.030. Al settimo posto Alvaro Bautista con la Ducati del team Angel Nieto ha fermato il cronometro in 1:46.210, ottavo Jack Miller in 1:46.265.

Chiudono la classifica dei tempi combinati Valentino Rossi nono in 1:46.329 e Aleix Espargarò decimo in 1:46.526. Fuori dai dieci Dani Pedrosa che nelle fp2, sul bagnato, ha fatto il miglior tempo in 1:48.136 non andando quindi a scalfire la classifica delle Fp1 e Danilo Petrucci diciassettesimo.