La Suzuki è sempre più protagonista di quest’ultimo scorcio della MotoGP versione 2018. Dopo i tre podi nelle ultime quattro gare (due di Iannone, uno di Rins) arriva anche il primo posto al termine della giornata d’apertura del round malese.

VICINISSIMI - A Sepang, infatti, è stato Alex Rins a conquistare la vetta nella classifica “combinata” delle due sessioni di prove libere. Il suo tempo (1’59”608) fatto segnare nel secondo turno, è stato migliore di sei centesimi rispetto a quello di Andrea Dovizioso, che a sua volta si è messo alle spalle per tre centesimi il grande rivale del 2018, ovvero il fresco campione del mondo Marc Marquez (Honda).

VALENTINO DAVANTI A VINALES - In quarta posizione, Valentino Rossi a un decimo di secondo. Stavolta, il Dottore ha fatto meglio del suo compagno di squadra in Yamaha, Maverick Vinales (vincitore dell’ultimo round e sesto oggi a poco meno di due decimi) e si prenota per una gara da protagonista. Quarto, Jack Miller in sella alla Ducati firmata Pramac. Il team italiano può sorridere anche grazie alla settima piazza di Danilo Petrucci, che precede Zarco, Iannone ed Aleix Espargaro, a chiudere la top ten con l’Aprilia.

LORENZO RINUNCIA? - Pedrosa è 11esimo provvisorio mentre Bautista, che è tornato in sella alla Desmosedici dell’Angel Nieto Team, gli è alle spalle con un secondo di distacco da Rins. Quattordicesimo, invece, Franco Morbidelli (a 1”300), il quale nell’ultimo round di Phillip Island ha portato a casa il suo miglior risultato di sempre in MotoGP, l’ottavo posto. Da segnalare le prove “difficili” di Jorge Lorenzo. Il marocchino ha ripreso possesso della sua Desmosedici ufficiale ma ancora risente dell’infortunio al polso rimediato nella caduta in Thailandia: Jorge viaggia a quasi quattro secondi dal leader e sta prendendo in considerazione l’idea di rinunciare alla gara. A breve, aggiornamenti a riguardo.