Ancora pioggia e tanta umidità nella prima giornata di test a Valencia. Il 2019 è iniziato con grande entusiasmo, dati i molti cambiamenti all'interno dei vari team, ma l'acqua è stata capace di smorzare subito gli animi con un primo giorno un po' appannato. Durante la mattina, infatti, i piloti che avrebbero potuto iniziare i test alle 10:00 hanno ritardato a causa delle pessime condizioni della pista, mentre nel pomeriggio, si sono conclusi molto in anticipo a causa dell'arrivo della pioggia.

In ogni caso, i primi tempi cronometrati ci sono, e il più veloce della giornata è stato Maverick Vinales che durante il weekend di gara appena trascorso aveva già dato segni molto positivi della Yamaha su questo circuito.Molto bene anche il suo compagno di team Valentino Rossi che, sulla pista spagnola ha fatto il terzo miglior tempo della giornata.Il lavoro degli uomini in blu di casa Iwata è stato fatto sia sulla M1 2018 che sulla M1 versione 2019, prestando maggiore attenzione al motore, punto dolente del campionato appena concluso.

CONFERME, NOVITA' E DELUSIONI– I test hanno poi confermato l'ottimo stato di forma di Marc Marquez e quello di Andrea Dovizioso, mentre tra le piacevoli novità, da registrare è il buon tempo di Franco Morbidelli al suo esordio con il team Petronas Yamaha SRT, quello di Francesco Bagnaia (team Ducati Pramac) al suo arrivo in Motogp dalla Moto2 e dell'altro “novellino” Joan Mir anche lui salito per la prima volta sulla Suzuki e proveniente dalla classe di mezzo. Ovviamente, i riflettori erano puntati soprattutto su Jorge Lorenzo per il suo passaggio dalla Ducati all'Honda del team ufficiale HRC: il maiorchino, non ha potuto girare moltissimo a causa del maltempo e, tenendo in considerazione anche l'infortunio alla mano, ha ottenuto il diciottesimo tempo in classifica, dietro a Johann Zarco alla sua prima uscita in sella alla KTM.

LA MATTINA – Sono serviti diversi minuti prima che a Valencia le prime moto iniziassero a girare in pista, molta l'umidità sul circuito e i piloti che non hanno voluto rischiare cadute.Quando alle 13:00 è terminata la prima sessione di test chi ha registrato il miglior tempo è stato Danilo Petrucci in 1:32.861, passato dal team Ducati Pramac a quello Ducati ufficiale.Dietro di lui Pol Espargarò (KTM Racing) in 1:32.986, terzo Stefan Bradl, quarto Andrea Dovizioso.Nei primi dieci posti troviamo poi Michele Pirro, Aleix Espargarò, Johann Zarco, Joan Mir, Francesco Bagnaia e Karel Abraham.Gli altri, tra cui Marquez, Rossi e Vinales, non hanno fatto giri, ma si sono riscattati però nel pomeriggio.

IL POMERIGGIO – Anche le prove pomeridiane, in realtà, sono state molto brevi, poichè dopo neppure un'ora sono state interrotte dalla pioggia.I piloti hanno quindi deciso di ritirarsi nel proprio box per le valutazioni della prima giornata.Il più veloce del pomeriggio e anche dell'intera giornata è stato Maverick Vinales in 1:31.416, secondo Marc Marquez in 1:31.718, terzo Valentino Rossi in 1:31.845. Al quarto posto è arrivato Andrea Dovizioso in 1:31.846, quinto Stefan Bradl in 1:32.015, sesto Franco Morbidelli (1:32.085), settimo Aleix Espargarò in 1:32.095. Hanno chiuso la classifica dei primi dieci Danilo Petrucci ottavo (1:32.100), Pol Espargarò (1:32.179) nono e il tester Ducati Michele Pirro in 1:32.220.