Sono state due giornate abbastanza produttive per la Ducati che durante questi test di Valencia non ha avuto molte novità da provare, ma dettagli che potranno comunque fare la differenza nella nuova stagione 2019.

A parlarne è Andrea Doviziso che, se ieri era riuscito a fare pochi giri in pista a causa delle pessime condizioni dell'asfalto, è invece riuscito a girare di più oggi. In ogni caso, i tempi parlano chiaro, la Ducati c'è: ieri è arrivato un quarto posto per il Dovi mentre oggi il secondo posto con Danilo Patrucci suo nuovo compagno di team, arrivato quinto e Jack Miller (Alma Ducati Pramac) quarto.

LE DICHIARAZIONI – A fine test è il numero 4 a parlare e raccontare le sue impressioni:”il crono di questi giorni conta poco – dice - nei test non è indicativo. Oggi abbiamo provato certi aspetti della nuova moto e c'è qualcosa di interessante, sono lavori di fino non è facile capire ma dobbiamo prendere decisioni importantissime per il prossimo anno.”

“Il nuovo telaio – prosegue - su certe cose è migliore ma dobbiamo stare calmi, per provarlo meglio dobbiamo aspettare anche i test di Jerez.”

“Per il lavoro che stiamo facendo – conclude Dovizioso - è facile non trovare dei vantaggi, ma ho comunque trovato qualcosa di interessante ed è il massimo che potevamo portare a casa, la moto non è male. È facile prendere cantonate quindi è importante provare bene, ieri non abbiamo provato a causa delle condizioni meteo, le indicazioni ci sono ma vogliamo riconfermale a Jerez visto che le decisioni che prendi ora te le porti avanti per tutto l'inizio della stagione, quindi sono fondamentali.”